Vai ai contenuti

Archivio

Archivio per 3 maggio 2000

L’appuntamento è in redazione. Giovanna arriva puntuale e solare, come immaginavo. Grazie a questa primavera, già così calda, decidiamo di affrontare l’intervista in terrazza, in maniera da apprezzare appieno quel sentore di estate imminente che una leggera brezza ci offre. Fin dalle prime battute rivela un’inimmaginabile timidezza, ma l’atmosfera serena e cordiale libera presto la sua voglia di dialogare, restituendocela come persona simpatica e disponibile. E’ arrivato senz’altro il momento per passare alle domande…

Leone Frollo è, senza ombra di dubbio, uno dei maggiori esponenti del fumetto erotico made in Italy. La carica sensuale, seducente, ammaliante, che trasmettono le sue immagini disegnate è sicuramente molto forte e coinvolgente. Come si può resistere a Lucifera? O a Yra? O, soprattutto, alla sua Biancaneve? Esse rappresentano i nostri sogni proibiti trasposti su un foglio di carta, la materializzazione (seppure bidimensionale) dei nostri desideri. Frollo le plasma senza aggiungere o togliere nulla a madre natura: sono immagini fresche e realistiche, caratterizzate da un tratto pulito e ben curato.