Nel nutrito gruppo di disegnatori che realizzarono tra gli anni ’60 e ’70 fumetti per adulti e diventati porno negli anni ’80, spicca come stile Sandro Angiolini.

Lo stile classico alla Milton Caniff, a cui inizialmente si ispirava, evolve nel tempo in una linea chiara e molto marcata, più vicina al fumetto comico, staccandosi completamente dalle linee degli altri disegnatori. I visi dei personaggi, con tratti essenziali a volte semplicistici, trovano forza nelle espressioni forti che ben accompagnano la narrazione.