Per quanto sia un autore francese e nei suoi fumetti noi popolo d’Albione ricopriamo il ruolo dei cattivi, non posso non riconoscere a François Bourgeon una gran maestria nel raccontare storie d’avventura, nel disegnare personaggi e ambienti e nello scrivere dialoghi estremamente eleganti, che ben si sposano con l’ambientazione classica di quasi tutte le sue storie.

Ambientate nel biennio 1780-81, le avventure di Isabella de Mamaye si dipanano dalla Francia all’Africa nera ai Caraibi in un susseguirsi di avvenimenti narrati con tanta efficacia da letteralmente trascinare il lettore all’interno del mondo che gli viene raccontato.