Internet va bene per il porno. Fino a un paio di anni fa questa era una delle convinzioni più forti di chi conosceva la Rete solo superficialmente. Ma non era una convinzione totalmente sbagliata, perché in effetti internet è un ambiente perfetto per trovare materiale pornografico di ogni tipo, in grado di soddisfare qualsiasi gusto il navigatore possa avere in fatto di sesso. Però se il navigatore va in cerca di fumetti erotici o pornografici, allora la sua ricerca si fa molto più difficile. A dir la verità su internet si possono trovare centinaia – forse migliaia – di siti che pubblicano illustrazioni erotiche (molto spesso disegnate in stile manga), e con i software di scambio file non è difficile trovare cartoni animati erotici, ma i fumetti sono una cosa diversa. Nel mare magnum di internet ci sono solo tre siti, tutti e tre a pagamento, che per la qualità dei loro fumetti vale la pena segnalare in questo articolo, l’ultimo dei quali è particolarmente interessante.

Cartoon Valley è un sito statunitense specializzato nel realizzare versioni erotiche dei più celebri cartoni animati prodotti da Hollywood. Si potrebbe in qualche modo dire che è la versione del XXI secolo delle Tijuana Bible degli anni ’30. Nelle pagine di Cartoon Valley si possono trovare sia filmati d’animazione sia veri e propri fumetti, e si possono seguire le evoluzioni sessuali di gente come Alice nel paese delle meraviglie, la Bella e la Bestia, Roger e Jessica Rabbit, Aladino e Campanellino (la fatina della fiaba di Peter Pan), tutti ovviamente disegnati in maniera fedele a come li abbiamo visti sul grande schermo. Non mancano comunque i personaggi dell’animazione non prettamente disneyana, come le Winx e gli Incredibili, ma anche quelli dei fumetti di supereroi, come Batman e l’Uomo Ragno.

DOFantasy è tutt’altra storia. Le atmosfere scherzose e colorate di Cartoon Valley lasciano infatti spazio a fumetti (scaricabili in versione PDF) di genere sadomaso, che ritraggono per lo più giovani donne rapite e torturate sullo sfondo dei luoghi e dei generi narrativi più diversi. Nel vasto catalogo DOFantasy, che comprende anche romanzi e un film d’animazione, ci sono tre prodotti che meritano una segnalazione particolare: Star Fuckers di Gary Roberts, Night Stalker di Wayne Wine e Avenger di Cagri. Il primo riprende ancora il concetto delle Tijuana Bible per raccontare il rapimento di stelle del cinema e della musica come Jessica Alba o Britney Spears; il secondo è invece una saga in cui un impiegato di banca frustrato si traveste da supereroe per rapire nottetempo le donne che l’hanno provocato di giorno; il terzo narra lo scontro tra un detective che si traveste da supereroe per catturare le mogli infedeli e una giornalista che si traveste da supereroina per provare a impedirglielo.

Il terzo sito è più articolato dei primi due e, pur rimanendo sempre nell’ambito del bondage e del fetish, merita qualche parola in più per via delle iniziative che presenta. Strap And Strip propone ai propri abbonati la pubblicazione di una nuova storia a fumetti ogni mese, spaziando ovviamente tra i temi e i generi letterari più diversi. Essendo un sito italiano pubblica fumetti realizzati da giovani autori italiani, ma le loro storie hanno la particolarità di essere sempre prive di dialoghi o quasi, che è una cosa tutt’altro che facile da realizzare efficacemente, anche nei fumetti erotici. Oltre alle storie a fumetti il sito propone anche una serie di racconti illustrati, e a fianco della pubblicazione elettronica pubblica i propri lavori anche nel mercato editoriale grazie a P&V Comics.
Il vero plus di Strap And Stip, però, è rappresentato dalla ripubblicazione (solo sul sito) di alcuni dei più famosi sexy-fumetti degli anni ’70 e ’80. Si possono così (ri)leggere le avventure di Angelica, Cosmine, Isabella, Jolanda de Almaviva, Jungla, Lucifera, Vartan, Walalla e altre eroine dell’epoca d’oro del fumetto erotico italiano, come anche serie antologiche come Oltretomba, Sbarre e Storie Blu e serie che vedevano invece protagonisti degli uomini, come Zordon o il cult Goldrake. Un’ottima occasione, insomma, per ritrovare storie e personaggi che sono stati spesso di buona qualità a prescindere dal genere che affrontavano.

Alberto Cassani